Esplorazione di grotta di Pozzo Scanderebech, Torre San Giovanni (Lecce)

“Ragazzi, un mio collega dice di avere una grotta sotto casa, la andiamo a vedere?”

Con questa frase interrogativa inizia quella che si è rivelata essere una bella avventura che non ha ancora visto la scritta FINE.

Ricorreva il secondo anniversario della fondazione del GST e durante la consueta festa sociale una nostra socia ci informa della possibilità di esplorare una grotta intercettata negli anni ’80 dallo scavo di un pozzo in località Torre San Giovanni, marina di Ugento, sotto l’abitazione di un suo collega prossimo alla pensione.

Accettiamo la proposta di buon grado e pochi giorni dopo, il 28 gennaio del 2017, ci rechiamo presso l’abitazione oggetto della nostra indagine speleologica, di proprietà di Angelo Scanderebech, per un piccolo sopralluogo.

Angelo prima di aprire il tombino che sigilla da anni il suo pozzo, ci rende noti con orgoglio i legami di parentela che legherebbero il suo cognome al patriota albanese Giorgio Castriota Scanderberg, che riuscì a tener testa all’avanzata dell’impero ottomano fino alla sua morte, momento che segnerà il declino della tranquillità marittima nel Mediterraneo e l’assedio otrantino del 1480

Solo pochi centimentri, 40×40, è la dimensione del pertugio di ingresso al pozzo e, da lì, alla cavità. Un solo problema. Il pozzo è invaso da enormi radici!

Alcuni interventi preliminari e poi un anno di attesa prima di poter liberare completamente i sei metri e mezzo che separano la superficie con l’ingresso alla cavità.

Una volta dentro inizia l’esplorazione vera e propria che ci porterà in sole 5 uscite a disostruire, rilevare e documentare oltre mezzo chilometro di cavità! Ben 510 metri per la precisione, che collocano la grotta di Pozzo Scanderebech al terzo posto delle grotte più estese della provincia di Lecce dopo Grotta dei Cervi e Grotta Carlo Cosma.

Rilievo Grotta di Pozzo Scanderebech

L’esplorazione comunque non si conclude qui. Ci sono ancora alcuni cunicoli che potrebbero riservarci delle sorprese. Si continua ad esplorare e a documentare dunque. #Staytuned!

Una risposta a “Esplorazione di grotta di Pozzo Scanderebech, Torre San Giovanni (Lecce)”

Rispondi a Bonny Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *